La posizione del B & B Cascina Mezzanetti, situata tra i Comuni di Quassolo e Borgofranco d’Ivrea offre un comodo punto di partenza per numerose visite culturali in una delle zone alpine più ricche di reperti storici e preistorici del Nord Italia.

Infatti, i paesi di Quassolo e Borgofranco d’Ivrea fanno parte della Comunità Montana Dora Baltea, che comprende anche i comuni di Quincinetto, Tavagnasco, Carema, Settimo Vittone, Nomaglio, Andrate e Chiaverano. Essa confina con la Valle d’Aosta a nord, il Biellese a est, la Valchiusella a ovest e la pianura eporediese a sud.

Questa zona, situata all’imboccatura della Valle d’Aosta è stata sempre zona di passaggio sia di eserciti (da Annibale, a Cesare, ad Ottaviano Augusto, a Napoleone) che di commercianti e pellegrini che si sono mescolati alle popolazioni pre-romane (i Salassi). A testimonianza di questo passaggio rimangono le strade: l’antica strada romana delle Gallie con i suoi innumerevoli ponti romani e la Via Francigena che da Canterbury portava e porta i pellegrini a Roma.

A testimonianza di questo passato, sulla strada che da Ivrea porta ai colli del Piccolo e Gran San Bernardo, attraversando la Comunità Montana della Dora Baltea, rimangono molti reperti di grande valore storico.

Ivrea, l’antica “Eporedia” romana, possiede numerosi reperti di storia antica e medievale. Oggi però è famosa per essere stata “la città della macchina da scrivere”. Infatti, questa località è stata fortemente influenzata dalla presenza delle passate attività industriali di Camillo e Adriano Olivetti. Visitando il Museo a cielo aperto dell’Architettura Moderna (MAM) di Ivrea si potranno vedere gli edifici più rappresentativi della cultura olivettiana, eredità di un rinnovamento sociale dal volto umano.

Famosi sono poi il Carnevale di Ivrea con la tradizionale battaglia delle arance e la Festa di San Savino con la fiera dei cavalli e la sfilata delle carrozze d’epoca la prima settimana di luglio.

Proseguendo poi per la Strada delle Gallie o per la Via Francigena che da Ivrea arriva ad Aosta, si possono trovare innumerevoli monumenti storici di epoca romana, medievale e risorgimentale. Per citarne alcuni: i castelli di Montalto Dora, Quassolo, Montestrutto e Cesnola, il ponte romano di Pont-Saint-Martin, il borgo e la strada romana di Donnas, il Forte di Bard –fortezza di sbarramento ottocentesca con i suoi musei e le sue mostre, i castelli medievali di Issogne, Verrès, Montjovet, Ussel e Fénis fino ad arrivare ad Aosta, l’antica “Augusta Praetoria”, città che con le sue mura, l’ Arco d’Augusto, il foro e il teatro romano, le torri medievali, e i numerosi reperti pre-romani offre ai turisti una giornata veramente indimenticabile.

Non dimentichiamo poi che ad est dalla cascina Mezzanetti, percorrendo la strada panoramica che da Borgofranco porta a Mongrando, in 45 minuti si arriva a Biella, al Santuario di Oropa, al Parco della Burcina.

Mentre ad ovest, prendendo a Pavone Canavese la pedemontana SS 565 si arriva in pochissimo tempo in Valchiusella, nella Valle Sacra e nelle Valli Orco e Soana con Ceresole Reale e il Parco del Gran Paradiso.

Please fill in the reservation form below

Reset all fields